Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

LOGIN

Sei un professionista? REGISTRATI QUI! Password dimenticata?

 

 
RichiediDentalnewsletter :)


29 Gennaio 2015
 
L'IMPORTANZA DI UNA CORRETTA IGIENE ORALE
vitrano miniatura

Francesco Vitrano

Laurea in Igiene dentale presso l'Università degli Studi di Milano-Bicocca nel 2009.

Ha maturato un'esperienza triennale svolgendo le mansioni di assistente alla poltrona e igienista dentale presso l’ospedale...

 

continualeggere pazienti

QUANDO LAVARE I DENTI?spazzolino

COME LAVARLI?

PERCHE' DEVO FARLO?

 

Sono tutte domande che almeno una volta nella vita ognuno di noi si è posto;

le risposte non sempre sono scontate e con l'aiuto di questa 

piccola guida andremo a vederle un po' più nello specifico.

Partiamo da quella più semplice:

''quando lavare i denti?"

Il presupposto è che i denti si sporcano quando vengono a contatto con qualcosa e quindi più semplicemente quando mangiamo/beviamo, ma dobbiamo tenere in considerazione che la placca batterica, che è normalmente presente all' interno della nostra bocca , inizia a riformarsi già 20 minuti dopo che abbiamo lavato i denti, per cui dobbiamo lavarli ogni qual volta andremo a mangiare qualcosa, ma anche, ad esempio, alla mattina quando ci svegliamo anche se non facciamo colazione in quanto sono trascorse almeno 6 ore dall' ultimo lavaggio dei denti. Inoltre è bene sapere che esistono cibi più dannosi per i nostri denti come ad esempio le bevande zuccherate e gli acidi in genere,ai quali dobiamo fare particolare attenzione perchè attaccano in maniera molto aggressiva lo smalto dei denti. Un consiglio da tenere a mente è quello di aspettare circa 30 minuti prima di lavarsi i denti dopo che abbiamo mangiato ad esempio gli agrumi e di sciacquare abbondantemente la bocca con acqua prima di iniziare le manovre di igiene orale con spazzolino e dentifricio, questo perchè: le sostanze acide portano ad un abbassamento del ph salivare , cioè rendono l' ambiente all'interno della nostra bocca molto più acido rispetto al normale, quindi se andassimo a lavare i denti immediatamente dopo l'assunzione di questi cibi rischieremmo di rovinare lo smalto unendo all'azione meccanico/abrasiva di spazzolino e dentifricio quella erosiva delle sostanze acide.

La seconda domanda che ci poniamo è:

"come lavarli?"

In commercio sono presenti numerosi diversi presidi per l'igiene orale domiciliare, i principali sono lo spazzolino, il filo interdentale lo scovolino interdentale e il collutorio, sarà il vostro igienista o il vostro dentista a consigliarvi quelli più utili a voi valutando caso per caso le necessità e spiegando il modo corretto di utilizzo di ognuno. Solitamente spazzolino e filo interdentale possono essere utilizzati da tutti, mentre lo scovolino interdentale ha delle applicazioni specifiche per cui sarebbe bene farsi consigliare sull' effettivo bisogno. Lo spazzolino è uno strumento che serve ad eliminare la placca batterica dalle superfici dentali per cui non va utilizzato come una vera e propria spazzola ma più come un pennello, per evitare di creare danni alle gengive, in quanto deve asportare una patina di sporco dalla consistenza piuttosto molle. Il metodo corretto di spazzolamento cosiddetto a rullo è sempre dalla gengiva verso il dente e mai viceversa o peggio ancora in orizzontale e verticale. Il filo interdentale va utilizzato per pulire gli spazi interprossimali e più precisamente tra le papille interdentali e le superfici del dente che lo spazzolino non può raggiungere. Il collutorio non svolge un' azione di rimozione meccanica come gli altri visti fin'ora ma svolge un' azione antibatterica, e in base alla formulazione può essere utilizzato in maniera mirata e specifica per alcuni giorni oppure quotidianamente.

La terza e ultima domanda che almeno una volta da bambini avremo fatto ai nostri genitori è:

"perchè devo proprio farlo?"

Riallacciandoci al discorso della placca batterica non abbiamo detto il perchè è importante non lasciare residui di cibo in bocca; gli zuccheri, in cui gli alimenti si scindono, sono dannosissimi per i nostri denti perchè formano la carie, quindi se lasciamo troppo a lungo acidi e zuccheri all'interno della nostra bocca questi intaccano lo smalto demineralizzandolo e formando la carie, che se non viene curata in tempo rischia di far perdere il dente interessato. La scarsa igiene orale, più nello specifico i residui di cibo, portano ad infiammazioni gengivali con conseguente: sanguinamento, dolore e cattivo odore; quindi per evitare di avere problemi a livello orale è importante una buona igiene orale domiciliare oltre a sedute periodiche di igiene professionale in studio.

torna alle Newsletter

 

  

 

L'importanza di una corretta igiene orale igiene orale e sbiancamento3 11193093 xs


. Quando lavare i denti?

. Come lavarli?

. E perchè devo proprio farlo?

Sono tutte domande che almeno una volta nella vita ognuno di noi si è posto;

le risposte non sempre sono scontate e con l'aiuto di questa 

piccola guida andremo a vederle un po' più nello specifico.

Partiamo da quella più semplice:

''quando lavare i denti?"

Il presupposto è che i denti si sporcano quando vengono a contatto con qualcosa e quindi più semplicemente quando mangiamo/beviamo, ma dobbiamo tenere in considerazione che la placca batterica, che è normalmente presente all' interno della nostra bocca , inizia a riformarsi già 20 minuti dopo che abbiamo lavato i denti, per cui dobbiamo lavarli ogni qual volta andremo a mangiare qualcosa, ma anche, ad esempio, alla mattina quando ci svegliamo anche se non facciamo colazione in quanto sono trascorse almeno 6 ore dall' ultimo lavaggio dei denti. Inoltre è bene sapere che esistono cibi più dannosi per i nostri denti come ad esempio le bevande zuccherate e gli acidi in genere,ai quali dobiamo fare particolare attenzione perchè attaccano in maniera molto aggressiva lo smalto dei denti. Un consiglio da tenere a mente è quello di aspettare circa 30 minuti prima di lavarsi i denti dopo che abbiamo mangiato ad esempio gli agrumi e di sciacquare abbondantemente la bocca con acqua prima di iniziare le manovre di igiene orale con spazzolino e dentifricio, questo perchè: le sostanze acide portano ad un abbassamento del ph salivare , cioè rendono l' ambiente all'interno della nostra bocca molto più acido rispetto al normale, quindi se andassimo a lavare i denti immediatamente dopo l'assunzione di questi cibi rischieremmo di rovinare lo smalto unendo all'azione meccanico/abrasiva di spazzolino e dentifricio quella erosiva delle sostanze acide.

La seconda domanda che ci poniamo è:

"come lavarli?"

In commercio sono presenti numerosi diversi presidi per l'igiene orale domiciliare, i principali sono lo spazzolino, il filo interdentale lo scovolino interdentale e il collutorio, sarà il vostro igienista o il vostro dentista a consigliarvi quelli più utili a voi valutando caso per caso le necessità e spiegando il modo corretto di utilizzo di ognuno. Solitamente spazzolino e filo interdentale possono essere utilizzati da tutti, mentre lo scovolino interdentale ha delle applicazioni specifiche per cui sarebbe bene farsi consigliare sull' effettivo bisogno. Lo spazzolino è uno strumento che serve ad eliminare la placca batterica dalle superfici dentali per cui non va utilizzato come una vera e propria spazzola ma più come un pennello, per evitare di creare danni alle gengive, in quanto deve asportare una patina di sporco dalla consistenza piuttosto molle. Il metodo corretto di spazzolamento cosiddetto a rullo è sempre dalla gengiva verso il dente e mai viceversa o peggio ancora in orizzontale e verticale. Il filo interdentale va utilizzato per pulire gli spazi interprossimali e più precisamente tra le papille interdentali e le superfici del dente che lo spazzolino non può raggiungere. Il collutorio non svolge un' azione di rimozione meccanica come gli altri visti fin'ora ma svolge un' azione antibatterica, e in base alla formulazione può essere utilizzato in maniera mirata e specifica per alcuni giorni oppure quotidianamente.

La terza e ultima domanda che almeno una volta da bambini avremo fatto ai nostri genitori è:

"perchè devo proprio farlo?"

Riallacciandoci al discorso della placca batterica non abbiamo detto il perchè è importante non lasciare residui di cibo in bocca; gli zuccheri, in cui gli alimenti si scindono, sono dannosissimi per i nostri denti perchè formano la carie, quindi se lasciamo troppo a lungo acidi e zuccheri all'interno della nostra bocca questi intaccano lo smalto demineralizzandolo e formando la carie, che se non viene curata in tempo rischia di far perdere il dente interessato. La scarsa igiene orale, più nello specifico i residui di cibo, portano ad infiammazioni gengivali con conseguente: sanguinamento, dolore e cattivo odore; quindi per evitare di avere problemi a livello orale è importante una buona igiene orale domiciliare oltre a sedute periodiche di igiene professionale in studio.

 


Dott. Francesco Vitrano vitrano miniatura 

 

 

 
© 2012 Dentalnarco srl - Via Leonardo da Vinci, 40 20090 Trezzano S/N MI - C.F. e P.Iva 04500200961 - Trattamento dati e privacy